Odore o sapore di cloro?
La soluzione è semplice...


Accade spesso che ci si lamenti della qualità della propria acqua, ma in molti casi bisogna fare una doverosa distinzione tra gusto e qualità. L'acqua del rubinetto, può avere un odore sgradevole dovuto all'immissione del cloro impiegato per la disinfezione. La presenza di questa sostanza concorre a determinare la qualità dell'acqua stessa.
Quindi, pur rispettando pienamente i parametri di potabilità imposti per legge, l'acqua può risultare sgradevole al gusto o all'olfatto ma non è detto che questo sia indice di un reale problema per la nostra salute. L'acqua del rubinetto, infatti, è buona, sicura e garantita fino al contatore. Da qui al punto d'uso la responsabilità passa al proprietario dell'immobile.

Quando l'acqua ha un cattivo sapore o un cattivo odore è sempre bene chiedere all'acquedotto di competenza le analisi riguardanti la propria acqua ma solitamente il problema è legato ad alte concentrazioni di ferro o di solfato oppure potrebbe essere causato dalle tubature della propria rete domestica. Uno dei modi più rapidi e comodi per risolvere eventuali problemi di gusto è quello di installare sotto al proprio lavandino un semplice filtro a carboni attivi che è in grado di trattenere le particelle responsabili di odori e sapori poco piacevoli.
E' un prodotto generalmente molto economico per il quale ci si deve rivolgere ad un tecnico specializzato che ne seguirà anche la semplice, ma necessaria, manutenzione per garantirne la resa ottimale.